Ich Kämpfe (Io combatto) – decima parte

[ prima parte ] [ seconda parte ] [ terza parte ] [ quarta parte ] [ quinta parte ] [ sesta parte ] [ settima parte ] [ ottava parte ] [ nona parte ]

Le responsabilità delle SA

Proprio come l’esercito non solo si basa sulla guida [Führung] militare, ma allo stesso tempo ha la responsabilità di educare, formare e plasmare l’intera nazione in base alla sua missione militare, è la responsabilità di un partito politico non solo quella di essere l’organizzazione di sostegno della guida politica, ma di formare incessantemente e educare la nazione secondo i suoi scopi militari. Di conseguenza, il partito deve integrare nell’unione più interna dell’organizzazione, tutti quei connazionali che sono chiamati dal destino ad assumere un ruolo di primo piano.

Victor Lutze, 12 marzo 1939

La SA è lo strumento di educazione e di istruzione del Partito, al fine di rafforzare e proteggere il settore della difesa della Germania.

Dopo il pre-addestramento militare nella Hitler Jugend è dovere delle SA istruire tutti quegli uomini che non hanno aderito alle SS, al NSKK o al NSFK. In primo luogo, gli uomini devono essere educati a uno spirito militare. Devono, infatti, sviluppare la forza fisica e diventare rappresentanti e combattenti dell’idea nazionalsocialista. Attraverso la sistematica preparazione fisica l’uomo tedesco è pronto a prestare servizio nelle forze armate. Prima che possa unirsi alle forze armate, è dovere di un uomo acquisire il distintivo militare delle SA, creato dal Fuhrer.

Di pari importanza è il post-addestramento militare e l’educazione dei membri SA che hanno terminato il loro servizio attivo. Nell’Associazione militare delle SA essi mantengono la loro anima, mente e corpo pronti e in forma per il combattimento. I membri delle SA indipendentemente dal loro background culturale, professionale o sociale, sono saldati insieme in una comunità saldamente unita di cameratismo, devozione disinteressata e spirito di sacrificio.

L’individuo viene valutato esclusivamente dal suo atteggiamento e dalle sue prestazioni. I Führers, promuovono costantemente attraverso l’istruzione e la formazione e garantiscono che i compiti affidati alle SA dal Fuhrer si realizzino. Inoltre, questo Führerskorps è chiamato a fornire membri qualificati delle SA per sostituire i Führers nella guida politica.

I membri SA sono volontari. Era chiaro con l’inizio della guerra, quando la maggior parte dei membri della SA, di cui 80% del Führerkorps, si arruolassero per il servizio nella Wehrmacht. Da allora, numerosi capi e membri delle SA sono stati decorati con la Croce di Cavaliere e la Croce tedesca in Oro. Il sacrificio della SA mostra la propria disponibilità attraverso l’azione. I Capi delle SA e l’ultimo membro delle SA lottano in prima linea con i loro compagni della Wehrmacht. Molti Obergruppenführer e Gruppenführer e un gran numero di capi delle SA e dei membri hanno dato il loro meglio per il futuro del nostro Reich.

Quando la guerra scoppiò, intere unità delle SA furono impegnate nelle lotte per Danzica, Ost-Oberschlesien e la Polonia meridionale, e hanno compiuto grandi imprese. Una parte importante della SA-Standarte Feldherrnhalle che era sotto le armi in tempo di pace, volontariamente formò un gruppo con i paracadutisti. Le prestazioni di questi uomini che hanno combattuto nei Paesi Bassi, in Belgio e in Grecia sono già passate alla storia. Il resto del Standarte “Feldherrnhalle” formò un battaglione di fanteria che rivelò il suo eccellente valore in Francia, quando sfondò la linea Maginot, così come in molti combattimenti cruciali nei punti focali in Oriente. Nello spirito tradizionale delle SA questi uomini continueranno la loro lotta vittoriosa con il nome di Reggimento Fanteria “Feldherrnhalle”. In questo modo le SA, ancora una volta, proprio come nel passato lottarono per raggiungere il potere politico in Germania, dimostrano il loro valore nel combattimento in prima linea su tutti i fronti. Qui e in tutto il mondo, gli uomini della SA, quali soldati politici, sono le truppe d’assalto del Führer.

Share

Comments are closed.