Bellerofonte

Nome greco Bellerofonte

Parentela e origine del mito Secondo Omero, figlio di Glauco, re di Corinto, ed Eurimede. Discendente di Sisifo

Attività e caratteristiche Famoso eroe; affronta numerose prove, tra cui la più famosa è l’uccisione della Chimera

Miti correlati Pegaso, il famoso cavallo alato, nasce dalla testa di Medusa uccisa da Perseo

Giambattista Tiepolo, Bellerofonte su Pegaso uccide la Chimera (part.), 1723 circa, Venezia, Palazzo Sandi [cliccare sull’immagine per ingrandirla]

Bellerofonte viene ritratto come un giovane eroe armato di lancia o di arco e frecce. Spesso è raffigurato mentre uccidi la Chimera sul cavallo alato Pegaso.

Mitico eroe corinzio, Bellerofonte è figlio di Glauco e nipote di Sisifo. Per motivi non noti il giovane è costretto ad abbandonare la patria e trova rifugio a Tirinto, presso il re Prete La regina Antea (secondo altri Stenabea) si innamora di Bellerofonte e tenta di sedurlo. Poiché il giovane non cede alle sue lusinghe, la moglie del re lo accusa di averla insidiata. Preto invia dunque Bellerofonte dal suocero lobate con una lettera in cui lo prega di uccidere il traditore. lobate affida all’eroe il compito di combattere la terribile Chimera, nella convinzione che non sarebbe più ritornato. Bellerofonte, però, I sconfigge il mostro insieme a Pegaso, cavallo alato domato con l’aiuto di Minerva, che gli ha donato briglie dorate con cui ammansire l’animale. Di ritorno vittorioso, Bellerofonte è costretto a superare altre prove, finché lobate, ammirato dal valore dell’eroe, evidentemente protetto dagli dei, si riconcilia con lui e gli offre la mano della figlia. In seguito Bellerofonte perde il favore degli dei e muore solo, abbandonato da tutti.

Share

Comments are closed.