Germania e Grecia

[cliccare per ingrandire]

«È indubbio che esiste una segreta parentela di sangue fra la Grecia e la Germania, ma essa deve essere solo portata alla luce! […]. Tutti gli eroi della “Germania segreta” hanno in comune il fatto di trasformare in immagini le profondità delle forze originarie, di dar forma nella luce anche al demonico – senza bandirlo; e qui pensate ad esempio alla parola di Nietzsche a proposito dei tedeschi: “C’è in essi qualcosa che potrebbe essere greco, che si desta a contatto con il sud”. Così la “Germania segreta” appare affine all’Olimpo greco per il fatto che qui il mondo delle Madri affonda le radici in quello dei padri, di modo che esso non sia separato e staccato dalle potenze del destino. Ognuno di questi mondi diviene trasparente tramite l’altro, mentre l’elemento faustiano si stacca dai Padri come forza singola e fugge verso le Madri.» [La Germania segreta, 1933]

Share

Comments are closed.