THURISAZ

rune_4þURISAZ

þ=si legge come l’inglese thin
nell’interpretazione più antica è la “runa dei Giganti”: a. isl. þurs “gigante”, “orco”. Nel poema a. ingl. la runa è detta þorn, “spina”.thurisaz

þURISAZ era ampiamente usata per la magia negativa e gli incantesimi amorosi. Probabilmente è la “spina del sonno” con la qual Odino colpisce ottundendo la mente e inducendo il sonno.

þURISAZ è runa del mondo germinale e oscuro: il mondo dei Giganti che si estende sotto la seconda radice del Frassino del mondo. I Giganti, presso i Germani come presso i Greci, sono simboli del potere dissolutore delle energie elementari: l’eterna brama che crea e inghiottisce senza sosta le forme. Sono di tre specie: del ghiaccio, delle montagne e del fuoco, a rappresentare il condensarsi delle energie del caos.

thurisaz792Nel microcosmo umano, per analogia, þURISAZ è la runa delle potenze tenebrose, dei suoi fantasmi, delle passioni che avvelenano (per forma ricorda il pungiglione dello scorpione).

I Giganti, nell’Edda, a fianco delle qualificazioni negative, possiedono anche un valore positivo: sono detti “saggi”. Mimir, custode della fonte della sapienza, è un gigante.Tale ambivalenza del simbolo sembra alludere contemporaneamente al nemico da combattere, alla pericolosità dell’impresa e al premio finale che attende al vincitore: la sapienza.

Share
Tags: ,

Comments are closed.