Pan, dio delle foreste e della vita bucolica

Pan, dio delle foreste e della vita bucolica

Statua raffigurante il dio Pan, con i piedi da capra. (Atene, Museo Archeologici)

Statua raffigurante il dio Pan, con i piedi da capra. (Atene, Museo Archeologici)

Divinità pastorale Greca, fu il dio dei pastori e delle greggi. Anche in tempi preistorici è rappresentato come una specie di demone, mezzo uomo e mezzo capra, con una faccia rovinata dalle intemperie, mento appuntito, barba, corna sulla fronte e corpo peloso. Agile e a volte allegro, Pan incarna la vita bucolica vicino a fresche sorgenti e ombrose foreste. E’ una figura fortemente sessuale, sempre pronto ad inseguire una Ninfa o un giovane, e ad impegnarsi, con essi, in giochi erotici. Pan pascolava le sue mandrie e suonava la “siringa” (flauto di canna) che, come vuole la leggenda venne inventato da lui.

Il dio Pan seduto con i piedi incrociati che suona il flauto, mentre tre ninfe danzano (Atene, Museo Archeologico)

Il dio Pan seduto con i piedi incrociati che suona il flauto, mentre tre ninfe danzano (Atene, Museo Archeologico)

Le origini del dio non sono molto chiare. Nacque in Arcadia, e secondo alcune fonti era figlio di Crono e Rea ed altre figlio di Ermes e della Ninfa Driope. Secondo questo mito, quando la Ninfa Driope partorì e vide il mostro che aveva portato alla luce, lo abbandonò appena nato. Ma Ermes lo ritrovò e, avvoltolo in una pelle di lepre, lo portò nell’Olimpo, dove lo mostrò a tutti gli altri dèi che, congratulandosi con lui, lo autorizzarono a far restare il bambino con loro. Era il favorito di Dioniso, che se lo portava nei suoi viaggi. Pan s’innamorò di molte Ninfe, ma veniva spesso respinto, come nel caso di Pitis, che per eluderlo si trasformò in un pino. Amò la bellissima Eco, la Ninfa delle sorgenti e delle foreste, ma lei lo respinse e lui la smembrò. Si dice che Eco amasse senza fortuna Narciso e mori di dolore lasciando dietro di se solo la sua voce. Il maggior successo amoroso, Pan l’ottenne con Selene (la Luna), riuscendo a sedurla coprendosi con il vello bianco di una pecora.

Statuetta del dio Pan, seduto su una roccia (Atene, Museo Archeologico)

Statuetta del dio Pan, seduto su una roccia (Atene, Museo Archeologico)

Share
Tags: ,

Comments are closed.