In stampa i “Diari 1939-1940” di Goebbels

copertinaPrima della pausa estiva abbiamo voluto dare un segno chiario della nostra volontà di far tornare in circolazione i Diari di Goebbels dopo aver appena fatto uscire il Diario relativo all’anno 1938.

Ed ecco quindi che la prossima settimana saranno disponibili in un unico volume i diari relativi agli anni 1939 e 1940 raccontati dalla viva penna di Joseph Goebbels. Due anni salienti. Il 1939, con un Goebbels che non lesina critiche al comportamento dell’Italia nella sciagurata campagna di Grecia, come dai seguenti passi:

2 novembre 1940 Con il Führer a mezzogiorno.  L’«offensiva» italiana contro la Grecia non incontra la sua piena approvazione. Non è stata concepita bene, e non offre uno spettacolo esaltante, almeno per ora.

3 novembre 1940 Progressi molto lenti in Grecia. Il Blitzkrieg è un’invenzione tedesca, e finora è rimasto un brevetto tedesco.

4 novembre 1940  Gli Italiani ci dicono che la loro offensiva in grande stile comincerà presto. Staremo a vedere!

12 novembre 1940 Nessun progresso in Grecia. Roma, fidandosi troppo della pressione diplomatica, ha preparato l’intera operazione con molta fiacca. L’Italia è ormai completamente sulla difensiva. La situazione, ora, deve essere considerata molto grave dal punto di vista militare. Ed è anche un problema di cruciale importanza per noi. Vergogna, vergogna!

15 novembre 1940 L’intero problema è dovuto alla straordinaria noncuranza degli Italiani, che ha causato anche il pasticcio in cui si sono cacciati in Grecia. La campagna greca era basata unicamente sul bluff. Questo è l’errore più grave che si possa commettere. Prima di intraprendere simili azioni, bisogna considerare il peggio, e non il meglio. Adesso gli Italiani sono nei guai e devono pianificare, organizzare e preparare tutto da capo. Ciano è stato il responsabile dell’intera faccenda, contro il parere della maggioranza. Un altro trombone..

Ma molto, moltro altro ancora. Un’ottima lettura, diremmo quasi estiva. Non perdetela!
Anche perchè proseguiremo subito dopo l’estate…

Share

Comments are closed.