I dieci comandamenti del soldato tedesco

I dieci comandamenti del soldato tedesco.

tumblr_mt3uytCuS51sgsapno1_1280

Quando combatte per la vittoria, il soldato tedesco osserverà le regole della guerra cavalleresca. Crudeltà e le distruzioni insensate non appartengono al suo livello.

I combattenti saranno in uniforme o indosseranno distintivi appositamente introdotti e chiaramente distinguibili. Combattere in borghese o in assenza di tali distintivi è vietato.

Nessun nemico arresosi sarà ucciso, inclusi partigiani e spie. Essi saranno debitamente puniti dai tribunali.

I prigionieri di guerra non saranno maltrattati o insultati. Mentre le armi, le mappe e i documenti dovranno essere loro sottratti, i loro effetti personali non saranno toccati.

I proiettili Dum-Dum sono vietati; anche gli altri proiettili che potrebbero essere trasformati in Dum-Dum.

La Croce Rossa è tutelata. I nemici feriti dovranno essere trattati in modo umano. Il personale sanitario e religioso militare non potrà essere ostacolato nello svolgimento delle proprie attività mediche o religiose.

La popolazione civile è tutelata. Nessun saccheggio né distruzione indiscriminata è consentita al soldato. Monumenti di valore storico o edifici destinati a scopi religiosi, artistici, scientifici, o di caritatevoli devono essere particolarmente rispettati. Le consegne in natura effettuate, nonché i servizi resi da parte della popolazione, potranno essere richiesti soltanto per ordini dai superiori e solo dietro compenso.

Il territorio neutrale non potrà mai essere violato né sorvolato da aerei, né colpito; non sarà l’oggetto di attività belliche di alcun tipo.

Se un soldato tedesco è fatto prigioniero di guerra egli dirà il proprio nome e grado, se gli viene chiesto. In nessun caso rivelerà l’unità di appartenenza, né darà qualsiasi informazione relativa alle condizioni militari, politiche, ed economiche tedesche. Né promesse né minacce potranno indurlo a far ciò.

Reati contro gli obblighi saranno puniti. Offese nemiche contro i principi di cui dall’1 all’8 devono essere segnalate. La rappresaglia è consentita solo su ordine dei comandi superiori.

Suggeriamo anche la lettura di “il decalogo del perfetto nazionalsocialista“.

Share

Comments are closed.