Arya

Il dio Agni, tempio di Parshvanatha, X secolo circa, Khajuraho, Madhya Pradesh.

Il dio Agni, tempio di Parshvanatha, X secolo circa, Khajuraho, Madhya Pradesh.

Chiamavano se stesse Arya genti di lingua indoeuropea note attraverso i loro testi sacri, i Veda, che per l’induismo resteranno per sempre fondamentale punto dì riferimento.

Arya

Con gli Arya ha inizio la storia letteraria sia dell’India sia dell’induismo, per la sacralità che i Veda conserveranno nei secoli, sebbene esprimano i valori di una religione (chiamata appunto vedica) sostanzialmente diversa dall’induismo. Nel Rigveda sono glorificate divinità apparentabili con quelle dell’Iran e dell’Europa antica, e gli Arya si presentano come coloro che, combattendo sui loro carri da guerra, espugnano le cittadelle dei nemici. Secondo un’interpretazione, gli Arya con la loro religione verrebbero dunque da lontano: essi sarebbero calati in India attraverso i passi del nord-ovest in varie ondate dal 1500 o il 1200 a.C. circa, instaurando il proprio dominio sull’India settentrionale e sottomettendo gli abitanti originari di stirpe dravidica, fra i quali anche gli ultimi eredi della decaduta civiltà dell’Indo. In anni recenti, tuttavia, questa teoria è stata messa in discussione. La datazione stessa dei Veda deriva da una mera ipotesi formulata dal grande indologo Friedrich Max Müller (1823-1900); l’archeologia sembra indicare continuità culturali, mentre l’identità dravidica degli abitanti della civiltà dell’Indo non è provata. È stato fra l’altro suggerito che già questi fossero di lingua indoeuropea e che non ci sia stata nessuna migrazione o invasione, bensì una trasformazione culturale; mentre alle parti più antiche dei Veda è sovente attribuita un’epoca molto più remota.

Osservatorio astronomico voluto dal maharaja Savai Jai Singh (1688-1743), Jaipur, Rajasthan.

Osservatorio astronomico voluto dal maharaja Savai Jai Singh (1688-1743), Jaipur, Rajasthan.

Terminologia

Arya significa “nobile”; il termine si trova spesso italianizzato in “ario, arii”. Derivano da questa parola antico-indiana anche le forme “ariano, ariani”.

Approfondimenti

Nel tentativo di datare la civiltà degli Arya è stata a più riprese chiamata in causa l’astronomia: secondo studi molto discussi, nella loro letteratura sacra si troverebbero allusioni a situazioni astrali verificatesi intorno al 3000 a.C. o anche in epoca anteriore.

Share

Comments are closed.