Buio – Freddo – Umidità

Stati dell’essere

1. I princìpi da cui fu generato il mondo

b. Buio – Freddo – Umidità

Opposti e complementari a luce, calore e secco, sono con quelli la base e il sostegno dell’esistenza. Sono immaginati a settentrione e appartengono al mondo di Niflheimr, una delle regioni primordiali del cosmo.

All’interno dell’attuale ciclo della vita il buio (e così i suoi corrispettivi) caratterizza il mondo dell’oltretomba, Hel o Niflhel, dimora di quegli spiriti dei defunti che possono tornare sulla terra solo col favore delle tenebre. Abitatori del buio sono non soltanto i morti, bensì anche i giganti (costante è il loro tentativo di impadronirsi degli astri, simboli della luce) e soprattutto i nani (incarnanti gli spiriti dei morti?), i quali devono perennemente sfuggire alla luce del sole poiché essa li pietrifica uccidendoli. Così anche gli esseri malefici come le streghe, una delle cui magie prevede a esempio di procedere in senso contrario a quello del sole, e che comunque si dedicano alle loro pratiche preferibilmente di notte. Di molti maghi si ricorda che erano capaci di provocare l’oscurità mediante la magia.

Baldr_Hodhr_Hoenir

Baldr_Hodhr_Hoenir

La contrapposizione tra buio e luce si riflette anche sulla funzione magica delle rune, come dimostra a esempio l’iscrizione di Björketorp (Blekinge, Svezia, VII secolo) che così suona: «Profezia di male. Io qui nascosi la serie delle rune luminose, le rune della potenza magica. Con animo malvagio (= comportamento perverso) senza pace, fuori (= estraneo) è (?) di una morte maligna chi distrugge questo monumento».

La simbologia del freddo come principio prevalentemente negativo è sottolineata in particolare nelle diverse allusioni ai «giganti del ghiaccio» (hrímþursar), dei quali è nota una vera e propria genealogia e che abitano una regione che la geografia mitologica colloca nella parte settentrionale del mondo.

Il concetto di umidità come stato primordiale da cui origina la vita è espresso verosimilmente nel termine aurr m. «sabbia (o terra) umida», il quale ricorre in diversi nomi di esseri collegati ai miti sull’origine del mondo, quali i giganti, i nani, o il dio Hœnir detto Aurkonungr.

Share

Comments are closed.