Il pensiero per il 1° maggio da Maurizio Rossi

1 Maggio “Il Nazionalsocialismo è, come sappiamo, il più deciso nemico della concezione liberalistica, secondo la quale l’economia esiste per servire il Capitale e il Popolo per servire l’economia. Fin dal primo giorno fummo quindi decisi di sbarazzarci della falsa illazione che l’economia avesse a condurre, entro lo Stato, una esistenza sua propria, senza vincoli, incontrollabile e incontrollata. Un’economia libera,…

Share
Continue Reading »

1° maggio

Zum 1. Mai Nicht klagen und zagen, Beginnen und wagen, Die Fahnen tragen In Sonne und Sturm! Empor alle Stirnen Von ewigen Firnen Den Herzen und Hirnen Der Wille zur Tat.   Wir zünden die Brände Und heben die Hände Zur Zeitenwende Und sind neue Zeit! Wir herrschen und dienen! Gebrüll der Maschinen! Und hoch über ihnen Unsterbliches Volk. Es…

Share
Continue Reading »

20 aprile

«Provvidenziale e fortunata mi appare oggi la circostanza, che il destino mi abbia assegnato come luogo di nascita precisamente Braunau, sull’Inn…»  

Share
Continue Reading »

Le SA in azione. Come ti «converto» un museo pacifista

Aprendo il giornale di “oggi”, 25 aprile 1933, c’imbattiamo in un resoconto che abbiamo ritroviamo anche sull’Angriff. Ci sono vari modi di conoscere la Storia, questo è per noi uno dei più adatti. Non vi sarà difficile rivivere in questo resoconto i rumori, i suoni, le emozioni di quelle SA. E, se proprio volete andar oltre, resterete di certo colpiti…

Share
Continue Reading »

Traduzione del discorso del Führer prima dell’approvazione della Legge per i pieni poteri

L’assenza di notizie rilevanti sui quotidiani di questi giorni (potremmo dire mesi o anni) non ci lascia altra scelta che aprire il giornale del 24 marzo 1933 e di leggere il discorso del Führer davanti al Reichstag prima dell’approvazione del Decreto sui pieni poteri. Il discorso, per i toni e per i contenuti, è per certi aspetti ancora più interessante…

Share
Continue Reading »

1 dicembre 1933

Il saluto tedesco Il ministro degli Interni ha chiesto alle autorità supreme del Reich e ai governi dei Lander di predisporre quanto segue per l’attuazione del saluto nazista: 1. Il saluto tedesco per funzionari, impiegati e operai in servizio in uffici pubblici e all’interno di edifici  e strutture di servizio consiste nel sollevare il braccio destro. È facoltativo dire con…

Share
Continue Reading »

28 novembre 1933

La prima pagina di oggi. «“Berlin bekommt ein neues Museum: Aus der guten alten Zeit!”». Chi ha letto il nostro volume “Datemi 4 anni da tempo” (pag. 131) ben riconosce gli ebrei Sklarek e comprende l’ironia della vignetta con l’apertura di un nuovo museo a Berlino: ai bei tempi andati!

Share
Continue Reading »

27 novembre 1933

Noi ricordiamo i morti… Cerimonia funebre per le vittime della Guerra Mondiale. Nel suo discorso commemorativo il Reichsführer Hans Oberlindober ha detto, tra le altre cose, quanto segue: due milioni di soldati tedeschi riposano da qualche parte sui campi di battaglia del mondo. Essi, in quest’ora, sono tutti con noi. Essi vivono nel nostro fronte. Ciò per cui essi hanno…

Share
Continue Reading »

21 novembre 1933

Due articoli sul Berliner Morgenpost del 21.11.1933 e uno sul Berliner Illustrirte Zeitung che ci rimandano direttamente a una nostra uscita «Parla la Germania» (nell’indice tra le varie voci dell’epoca: «Politica Demografica» del Dr. Arthur Gütt e «Le Autostrade costruite da Herr Hitler» del Dr. Todt, Dal Berliner: «[…] Con tutta la forza deve essere ora affrontata la ricostruzione della…

Share
Continue Reading »

20 novembre 1933

Momentanea sospensione del «Paragrafo ariano» che l’Altpreußische Union [l’Unione prussiana delle Chiese] e alcune altre Landeskirchen [Chiese regionali] avevano adottato con la conseguente rimozione di pastori razzialmente non idonei. Tale sospensione, tuttavia, seppur volta a rendere meno tesi i rapporti non va a incidere sulle espulsioni già attuate.

Share
Continue Reading »

14 novembre 1933

Il 12 novembre 1933 il popolo tedesco veniva chiamato ad esprimere due voti, contemporanei e distinti, per sì o per no, su due schede, l’una delle quali comprendeva il simbolo della lista dell’unico partito nazionalsocialista, l’altra la domanda rivolta al popolo se esso approvasse la politica del governo del Reich se fosse pronto a dichiarare essere questa l’espressione dei suoi…

Share
Continue Reading »

6 novembre 1933

In spalla del quotidiano di oggi due articoli: “La Germania vuole la pace!” e “Ford cede il passo”. Entrambi sono temi che ampiamente trattiamo nei nostri libri laddove pubblichiamo documenti sul perenne sforzo della Germania per la pace e sulla diversità della gestione aziendale tra Nazionalsocialismo e Capitalismo con un accenno particolare al ruolo nefasto che in quest’ultimo gioca un…

Share
Continue Reading »

4 novembre 1933

Robert Ley visita la fabbrica Krupp a Essen. Robert Ley, il leader del Fronte  tedesco del lavoro, ha visitato l’azienda Krupp di Essen. Il Direttore BUSCHFELD ha sottolineato che “i capi e il seguito degli impianti della società Krupp si considerano fedeli custodi di un modo di pensare, come dovrebbe essere realizzato nello Stato nazionalsocialista“.

Share
Continue Reading »

31 ottobre 1933

Dal Berliner Illustrirte Zeitung del 29.10.1933 – “Wie Frankreich seine Grenze gegen Deutschland gesichert hat” – Come la Francia ha reso sicuro il confine con la Germania                          

Share
Continue Reading »

29 ottobre 1933

Da pagina 25 del Morgenpost.                 Dal libro della Thule Italia Editrice Dal Kaiserhof alla Cancelleria del Reich: «29 ottobre 1932 Oggi compio 35 anni. Il mio 36° compleanno lo vorrei proprio festeggiare nel nuovo Reich. I miei anni non sono stati vuoti e insignificanti. Sono stati pieni di lotta e di movimento,…

Share
Continue Reading »

28 ottobre 1933

Berlino elargisce il 20 per cento agli affittuari e ai proprietari di immobili per le riparazioni delle case. Il grande programma invernale della città.

Share
Continue Reading »

22 ottobre 1933

22.10.1933: Fußball-Länderspiel Deutschland – Belgien 8:1 im Duisburger Wedaustadion Aufstellung: Buchloh (Torwart) W. Busch, Hundt, Janes, Bender, Breuer, Ernst Albrecht, Wigold, Hohmann, Rasselnberg, Kobierski

Share
Continue Reading »

18 ottobre 1933

Si sta lavorando per quella che il 27 ottobre 1933 sarà la Legge di modifica del processo nei procedimenti giudiziari civili. Ed ecco che già 1l 18 ottobre vi sono i primi riferimenti…grafici.  

Share
Continue Reading »

17 ottobre 1933

Pagina 7 del Berliner Morgenpost del 17.10.1933                 E anche il periodico Simplicissimus ricorda la Giornata dell’Arte Tedesca…

Share
Continue Reading »

15 ottobre 1933

Appello di Hitler al mondo. La Germania lascia la Conferenza sul disarmo e la Società delle Nazioni. Referendum ed elezioni parlamentari il 12 novembre «Che cos’è l’uomo?». La risposta heideggeriana alla domanda sull’uomo non sta nell’io esplicitamente contestato, ma nel noi. Il tempo dell’io è infatti il tempo del liberalismo, tramontato in quanto «ora è venuto il tempo del noi»….

Share
Continue Reading »

Pierre Drieu La Rochelle…Parigi, 3 gennaio 1893

Centoventi anni fa nasceva Pierre Drieul La Rochelle. Per ricordarlo, oltre a quanto riportato nel 2009 – ovvero lo scritto di Adriano Romualdi, Drieu La Rochelle: il mito dell’Europa – alcuni estratti di una significativa lucidità… Io sto per essere condannato, come molti altri, per qualcosa di molto contingente e transitorio, a cui nessuno domani avrà il coraggio di richiamarsi…

Share
Continue Reading »

Pearl Harbor, le verità segrete

Dall’emeroteca Thule, Storia del Novecento, agosto 2001 PEARL HARBOR, LE VERITÀ SEGRETE Mario Spataro Le responsabilità della Casa Bianca che, pur al corrente dell’attacco giapponese, cercava una buona scusa per entrare in guerra. l film che in questi giorni si propone di raccontarci la “verità” sull’attacco giapponese a Pearl Harbor del 1941 si basa invece sulla ben nota versione ufficiale…

Share
Continue Reading »

28 novembre 1943: Conferenza di Teheran

CONFERENZA DI TEHERAN 28 Novembre – 1 Dicembre 1943 A) DICHIARAZIONE FINALE DELLE TRE POTENZE Noi; il Presidente degli Stati Uniti d’America, il Primo Ministro di Gran Bretagna e il Premier dell’Unione Sovietica, nel corso di questi quattro giorni abbiamo discusso, definito e concordato una politica comune. Abbiamo ribadito la nostra ferma volontà di collaborare insieme, sia durante questa guerra…

Share
Continue Reading »

18-23 novembre 1943. Berlino Bombardata. 2000 vittime. Nessuna resa.

Nella primavera del 1944 gli angloamericani pianificarono una serie di pesantissimi attacchi contro Berlino con l’ intenzione di sferrare un colpo mortale alla città. Harris pensava che l’ offensiva aerea sulla capitale avrebbe avuto un costo pesante in termini di velivolo abbattuti (stimava tra 400 e 500) ma che le devastazioni avrebbero portato la Germania alla resa. Gli attacchi su…

Share
Continue Reading »

22 novembre 1943: Foligno

Era il 22 novembre del 1943, e Fologno subì il primo bombardamento aereo da parte delle forze alleate angloamericane. Le vittime civili furono 140, in gran parte bambini, e centinaia furono i feriti portati in tutti gli ospedali della regione, come riportato nelle sue memorie da mons. Michele Millozzi. Da quella drammatica giornata del ’43 fino al giugno del ’44,…

Share
Continue Reading »

20 novembre 1942…bombe su Torino

La vera incursione iniziò nella notte del 18 Novembre 1942, che dopo alcuni attacchi subiti rispettivamente il 22 e 23 Ottobre, 77 aerei piombarono su Torino alle 21:30 e per due ore scagliarono sulla città ben 91 bombe dirompenti e diverse migliaia di spezzoni incendiari che (ovviamente) provocarono molti incendi, anche nel cuore della città. L’incursione non risparmiò nemmeno la…

Share
Continue Reading »

14-16 novembre 1943: manifesto di Verona

Premessa “Il primo rapporto nazionale del partito fascista repubblicano leva il pensiero ai caduti del fascismo repubblicano, sui fronti di guerra, nelle piazze delle città e dei borghi, nelle foibe dell’Istria e della Dalmazia, che si aggiungono alle schiere dei martiri della rivoluzione, alle falangi di tutti i morti per l’Italia; addita nella continuazione della guerra a fianco della Germania…

Share
Continue Reading »

Il 15 novembre 1943, preceduto dal giorno 14…

Se si prova a cercare cosa accadde il 15 novembre 1943 usando un qualsiasi motore di ricerca, ecco comparire il ricordo dell’uccisione di alcuni antifascisti davanti al muretto del Castello Estense da  parte di diversi  squadristi, provenienti da Padova e da Verona. Ma quel giorno, fu preceduto da un 14 novembre e occorre ricordare e saper ricordare anche quello… Thule…

Share
Continue Reading »

Napoli, 14 novembre 1942…un bombardamento come tanti

Napoli è stata la città italiana maggiormente danneggiata dai bombardamenti durante il secondo conflitto mondiale. Porto principale verso l’Africa e capolinea delle rotte marittime verso la Libia, Napoli e le sue zone limitrofe ospitavano industrie di interesse strategico, sia civili che militari come il silurificio di Baia, le officine Avio di Pomigliano,i Cantieri Navali, le industrie della zona di Poggioreale,…

Share
Continue Reading »

13 novembre 1943: ancora bombe su Brema

Brema fu attaccata sin dal 1940 con distruzioni sempre più pesanti nel corso degli anni, scampando per poco all’operazione Millennium britannica (a cui parteciparono 1 006 bombardieri) della notte tra il 25 il 26 giugno grazie ad una spessa coltre di nubi in cielo; l’attacco più pesante della guerra Brema lo accusò invece tra il 18 e il 19 giugno 1944….

Share
Continue Reading »

Ordinanza del 12 novembre 1938

ORDINANZA PER L’ESCLUSIONE DEGLI EBREI DALLA VITA ECONOMICA TEDESCA 12 Novembre 1938 In base al Decreto del 18 Ottobre 1936 per l’esecuzione del Piano Quadriennale si ordina quanto segue: Articolo I 1. Dal 1° gennaio 1938, è proibito agli Ebrei il libero esercizio della vendita al dettaglio, della vendita per corrispondenza e dell’artigianato. 2. A decorrere dalla stessa data, agli…

Share
Continue Reading »

Brindisi: i bombardamenti del 7-8 novembre 1941

Era l’anno 1940 quando l’Italia entrò in guerra al fianco dei tedeschi. Brindisi, che allora contava su circa 42mila abitanti, venne subito individuata come uno dei principali obiettivi militari per le incursioni aeree della Royal Air Force, che condussero sul capoluogo ben 21 attacchi tra il 30 ottobre e la fine dell’anno. Il ’41 non si aprì nel migliore dei…

Share
Continue Reading »

6 novembre 1937: Protocollo Anticomintern

PROTOCOLLO ANTICOMINTERN SOTTOSCRITTO DA ITALIA, GERMANIA E GIAPPONE Roma, 6 Novembre 1937 Il Governo Italiano, il Governo del Reich Tedesco e il Governo Imperiale del Giappone, Considerando che il Comunismo Internazionale mette costantemente in pericolo la pace e l’ordine del mondo Occidentale ed Orientale, Considerando che solo una stretta collaborazione che miri al mantenimento della pace e dell’ordine potrà rimuovere…

Share
Continue Reading »

5 novembre 1943 (forse non tutti sanno che: bombe sul Vaticano)

Le incursioni aeree avvennero il 5 novembre 1943 e il 1° marzo 1944 Bombe in Vaticano Con i vetri rotti faceva freddo e Montini ospitò Tardini “Il (primo) bombardamento del Vaticano avvenne il 5 novembre 1943, alle ore 20,10”. Comincia così un appunto di monsignor Domenico Tardini, segretario della Congregazione per gli Affari Ecclesiastici Straordinari, che figura nel volume 7…

Share
Continue Reading »

4 novembre 1939…il Neutrality Act viene esteso ovvero sulle provocazioni USA

La politica atlantica di Roosevelt assunse un tono molto più energico subito dopo l’invasione della Russia. Infatti questo accadimento liberò assai più efficacemente di quanto non avesse fatto il patto di neutralità russo giapponese, tutte le forze giapponesi per la tanto sospirata espansione nell’Asia sudorientale. Fu proprio in quest’area che l’America doveva scoprire il reale significato della sicurezza collettiva il…

Share
Continue Reading »

4 novembre 1918…

Prima di giungere a quella data…un ricordo del vizietto italiano… Il 26 aprile del 1915, al termine di ardue e segrete trattative, l’accordo con l’Intesa si concretizzò nel Patto di Londra, firmato da Sonnino all’insaputa del parlamento italiano. Con il Patto di Londra l’Italia ricevette la promessa di ottenere, in caso di vittoria, i territori rivendicati. Fu così che, il…

Share
Continue Reading »

Crimini alleati dimenticati: Zara, 2 novembre 1943

Zara (Dalmazia italiana), 2 novembre 1943 ZARA CITTA’ MARTIRE La sera del 2 novembre 1943, a Zara la morte arriva dal cielo: apparecchi anglo-americani effettuano il primo bombardamento sulla città provocando danni ingenti e facendo decine di vittime tra la popolazione civile. Per quasi un anno, fino al al 31 ottobre 1944, la capitale della Dalmazia italiana viene bombardata altre…

Share
Continue Reading »

Ezra Pound: a quarant’anni dalla sua morte…

Quarant’anni fa moriva Ezra Pound, lo ricordiamo con il Canto 81 Ciò che sai amare rimane, il resto è scoria ciò che sai amare non ti sarà strappato ciò che sai amare è il tuo vero retaggio il mondo, quale? Il mio, il loro o di nessuno? Prima venne la vista, poi diventò palpabile Eliso, fosse pure in quell’antro d’inferno,…

Share
Continue Reading »

31 ottobre 1944: ultimo dei 54 bombardamenti che distrussero Zara…

…per quelli che festeggiano Halloween…. La distruzione di Zara (1943 – 1944) di Oddone Talpo La sera del 2 novembre 1943, aerei anglo-americani della 12a armata aerea bombardarono Zara. Era il primo dei cinquantaquattro bombardamenti che, sino al 31 ottobre 1944, avrebbero distrutto la città e devastato i dintorni, provocando 4.000 morti nella popolazione civile su 21.000 abitanti. Ancor oggi,…

Share
Continue Reading »

30 ottobre 1943: Conferenza di Mosca

DICHIARAZIONE CONGIUNTA DELLE QUATTRO NAZIONI I governi degli Stati Uniti d’America, della Gran Bretagna, dell’Unione Sovietica e della Cina; Uniti nella loro determinazione e conformemente alla Dichiarazione delle Nazioni Unite del Gennaio 1942 e dichiarazioni successive, hanno deciso di continuare le ostilità contro le potenze dell’Asse con le quali sono in stato di guerra, fino a quando tali potenze non…

Share
Continue Reading »

29 ottobre 1937: Inaugurazione di Aprilia…

[guardare anche articolo dedicato: Aprilia] 29 aprile 1937 Inaugurazione Aprilia Camerati Contadini! Io comincio il mio discorso col rivolgervi una domanda: la vostra memoria è buona? (La folla risponde entusiasticamente: SI! SI!). Voi allora ricorderete che un giorno io venni qui, montai su un trattore, tracciai un perimetro e annunciai che Aprilia si sarebbe inaugurata il primo giorno dell’anno XVI…

Share
Continue Reading »

Preludio

Leggere l’articolo del Corriere della Sera del 28 ottobre 1922 – quindi alla viglilia della Marcia su Roma – fa comprendere come nei momenti di crisi profonda risuonino certe parole d’”ordine”. «L’Italia vuole un Governo di uomini coscienziosi ed esperti, i quali dimostrino con sollecita e intelligente energia che alla soluzione o almeno alla rassicurante semplificazione dei problemi ond’ella è…

Share
Continue Reading »

Stazione Ostiense (26 ottobre 1940)

La stazione provvisoria progettata dell’ing. arch. Roberto Narducci e creata in occasione della visita di Hitler – costituita quasi per intero da un impalcato portante rivestito con pannelli riproducenti le fattezze del marmo –, dati i consensi ricevuti dal regime e dallo stesso Hitler, fu sostituita dall’edificio attuale – dalle fattezze quasi identiche –, ad opera dello stesso progettista, in…

Share
Continue Reading »

24 – 25 ottobre 1936: Asse Roma-Berlino (prima parte)

Tratto dalla nostra Rivista, numero gennaio febbraio 2011. Documento originale. Potete scegliere se leggerlo su schermo o scaricarlo. La seconda parte verrà pubblicata domani. Per scaricarlo: [download id=”393″]                                                                …

Share
Continue Reading »

23 ottobre 1942: El Alamein

Sono passati settant’anni da quell’estate terribile di guerra. Eravamo giunti al secondo anno di combattimenti nel deserto africano. Il generale Erwin Rommel alla testa dell’Armata Corazzata Italo tedesca aveva condotto la seconda avanzata nel deserto in modo fulmineo. In poco più di tre mesi aveva portato le divisioni dell’Asse ad un centinaio di chilometri da Alessandria. La corsa aveva allungato…

Share
Continue Reading »

22 ottobre 1942: bombardamento su Genova

Gli alleati compiono un devastante bombardamento sulla città di Genova che si protrae per tutta la notte uccidendo parecchie centinaia di civili, spazzando via gli antichi sestrieri e annientando patrimonio artistico della città. Viene rasa al suolo la Galleria delle Grazie e i 354 rifugiati al suo interno. Quel giorno lontano, solo nella memoria, gli alleati compiono un devastante bombardamento…

Share
Continue Reading »

18 ottobre 1943: Discorso di Badoglio agli Ufficiali

Signori ufficiali Non vi dovete meravigliare se mi presento a voi in questo abito borghese; sono necessità del momento, ma io sono sempre il maresciallo Badoglio, il vostro generale del Sabotino, di Vittorio Veneto, di Addis Abeba. Non vi farò un discorso perché i discorsi sono antipatici per chi li dice e per chi li ascolta. Io voglio prospettarvi ed…

Share
Continue Reading »

16 ottobre 1943: bombardamenti su Ancona

Ricordi di Giuseppina Spalazzi ??(tratto da: http://www.anconanostra.com ) 16 ottobre 1943: una bellissima mattinata di autunno piena di sole. Alle ore 11:27 quando la sirena urlò l’allarme, per la prima volta nel nostro cielo comparvero le formazioni alleate. Si trattava di 36 apparecchi bimotori provenienti dalla parte del Monte Conero che da una altezza dai 500 ai 700 metri iniziavano…

Share
Continue Reading »

10 ottobre 1944: bombe al Napalm sulla Romagna

È accaduto precisamente nell’inverno 1944, quando gli Alleati scatenarono l’operazione ‘Pancake’ a supporto delle operazioni di terra, all’epoca concentrate sul fiume Senio, in Romagna. «Nel giro di dieci giorni – scrive il ricercatore Andrea Villa – 700 bombardieri pesanti, 300 bombardieri medi e 270 caccia sganciarono 1161 tonnellate di bombe contro 74 obiettivi»; bombe che erano state riempite con «una…

Share
Continue Reading »

10 ottobre 1943: Münster (Italiano/inglese)

Nelle cronache delle città tedesche battezzate dal fuoco di un attacco degli Alleati durante la seconda guerra mondiale c’è sempre un giorno da ricordare. Per Münster è il 10 ottobre 1943. Era una Domenica. Nel primo pomeriggio, sotto un limpido cielo autunnale, i fedeli cattolici di Münster si erano radunati davanti alla porta della cattedrale antica. Era la festa della…

Share
Continue Reading »

Dichiarazione del Gran Consiglio del Fascismo sulla razza, 6 – 7 ottobre 1938

Per non dimenticare, soprattutto per i “camerati nostrani” con scarsa memoria… 6 OTTOBRE 1938 Il Gran Consiglio del Fascismo, in seguito alla conquista dell’Impero, dichiara l’attualità urgente dei problemi razziali e la necessità di una coscienza razziale. Ricorda che il Fascismo ha svolto da sedici anni e svolge un’attività positiva, diretta al miglioramento quantitativo e qualitativo della razza italiana, miglioramento…

Share
Continue Reading »

Discorso del 6 ottobre 1936. Mussolini su Badoglio.

Perchè la Storia non perdona. DISCORSO DEL 6 OTTOBRE 1936 Questo del Maresciallo d’Italia, Pietro Badoglio, è il libro che narra e consacra la vittoria africana. Lo stile è semplice, quasi nudo, poiché i fatti non hanno bisogno di amplificazioni letterarie: è uno stile tipicamente militare, in tutto corrispondente alla stessa psicologia del Maresciallo. L’imperativo categorico della guerra africana come…

Share
Continue Reading »

La lettera scritta in terza persona da Pound il 5 ottobre 1945

Ezra Pound indirizzò una lettera dattiloscritta alle autorità militari americane del Disciplinary Training Center di Metato, vicino a Pisa. Era scritta in terza persona. Diceva: “Considerata la sua età e la sua posizione letteraria, egli non è il tipo di uomo che trascorrerebbe il resto della vita come un fuggitivo dalla giustizia. In una simile condizione, egli non sarebbe in…

Share
Continue Reading »

4 ottobre 1936: la battaglia di Cable Street

La Battaglia di Cable Street avvenne la domenica del 4 ottobre 1936 a Cable Street nell’East End di Londra. Fu uno scontro fra la polizia, che scortava un corteo autorizzato della British Union of Fascists, guidato da Oswald Mosley ed un gruppo antifascista composto anche di ebrei, socialisti, anarchici e comunisti. [ cliccare sulle immagini per ingrandirle ]

Share
Continue Reading »

3 ottobre 1935: Etiopia

Testata Corriere della Sera Origine Milano – Italia Data di pubblicazione 3 ottobre 1935 Mussolini annuncia la guerra all’Etiopia Tutta l’Italia è da ieri mobilitata. E non per poche ore soltanto, per una dimostrazione di forza e di disciplina civile che non trova rivali nella storia, ma per tutte le ore e per tutti i giorni, fino a che la…

Share
Continue Reading »

Sudeti. Come si giunse al 1° ottobre 1938

Tratto da Ordine SS. Vol. II Quaderno delle SS n° 3. 1938 SS-Ustuf. Dr Karl Viererbl La Cecoslovacchia Riassunto storico sul Paese e sulla sua struttura politica Più di 2.000 chilometri di frontiera tedesca, dall’Oder attraverso le alture dei Sudeti, dell’Erzgebirge e della foresta di Boemia, fino al Danubio vicino a Preßburg, separano lo Stato tedesco da quello ceco. La…

Share
Continue Reading »

Ius sanguinis

Il 30 settembre 1935 entra in vigore la Legge sulla cittadinanza tedesca LEGGE SULLA CITTADINANZA TEDESCA 15 Settembre 1935 Il Parlamento del Reich ha approvato all’unanimità la seguente legge: Articolo I 1. Cittadino dello Stato è quella persona che gode della protezione del Reich Tedesco e che in conseguenza di ciò ha specifici doveri verso di esso. 2. Lo status…

Share
Continue Reading »

La vergogna finale: l’armistizio lungo

Dopo “l’armistizio corto” o armistizio di Cassibile firmato segretamente il 3 settembre 1943, si conclude con il 29 settembre dello stesso anno la resa vergognosa. Il 29 settembre 1943 nelle acque di Malta, sul quadrato della nave britannica “ Nelson ”, si riunirono: per gli “alleati”, il gen. Eisenhower, l’ammiraglio Cunningham, il gen. MacFarlane, il gen. Gorth, coi loro ufficiali;…

Share
Continue Reading »

28 settembre 1939: l’accordo segreto…

28 Settembre 1939 Il Governo dell’U.R.S.S. non ostacolerà alcun cittadino del Reich o alcun cittadino di origine tedesca residente in territorio sovietico che desiderasse emigrare in Germania o nei territori sotto giurisdizione tedesca. Il Governo dell’U.R.S.S. consente altresì che tali emigrazioni siano gestite da funzionari del Governo del Reich in cooperazione con le competenti autorità locali e garantisce che i…

Share
Continue Reading »

27 settembre 1940: nasce il Tripartito

Il Patto Tripartito o trattato tripartito (detto anche “Asse Roma-Berlino-Tokyo”) fu sottoscritto a Berlino il 27 settembre 1940 dal governo del III Reich tedesco, dal Regno d’Italia e dall’Impero del Giappone al fine di riconoscere le aree di influenza in Europa ed Asia. Esso recita: I Governi dell’Italia, della Germania e del Giappone, considerando come condizione pregiudiziale per una pace…

Share
Continue Reading »

Crimini alleati dimenticati: Lago Maggiore, 25 e 26 settembre 1944

LE STRAGI DIMENTICATE: LAGO MAGGIORE, SETTEMBRE ’44. CADUTI CIVILI E MILITARI NEL MITRAGLIAMENTO “ALLEATO” DEL BATTELLO MILANO. La furia della Guerra, sotto forma di strage terroristica contro civili indifesi, si abbattè sul Lago Maggiore nel settembre 1944. La mattina del 25 settembre due aerei inglesi sganciarono un grappolo di bombe su un gruppo di case di Intra (il Cassinone), causando…

Share
Continue Reading »

25 settembre 1943: Firenze

A dispetto di tutte le illazioni su eventuali distruzioni desiderate dal Führer e mai avvenute solo grazie a ordini non eseguiti. Questa, del 25 settembre 1943, avvenne. Nonostante il coprifuoco e gli allarmi aerei, la vita cittadina, almeno nei primi mesi di Repubblica Sociale, non fu interrotta così tante volte. Gli allarmi erano ancora rari (nell’agosto del 43 ne suonarono…

Share
Continue Reading »

23 settembre 1943: il riscatto

Tratto dall’ottimo volume di Salvatore Francia, edito da Società Editrice Barbarossa “La Repubblica Sociale Italiana e il contesto internazionale”, 1989 Il riscatto Il 15 settembre Mussolini detta da Monaco le prime istruzioni, riassumendo la direzione del fascismo in Italia, e nominando Pavolini segretario del PNF, che dal 17 settembre assume la denominazione di Partito Fascista Repubblicano. L’antifascista Silvio Bertoldi dirà…

Share
Continue Reading »

Quella memoria di 24 ore…Il problema di Trieste

Istria, Dalmazia, Foibe, sembra esserci un giorno per parlarne. Giusto ventiquattr’ore. Anche decontestualizzandone. Per questo oggi nella sezione “Oggi Avvenne” – anche se l’episodio è di ieri, 18 settembre 1945 – vogliamo parlare delle rivendicazioni jugoslave presentate ufficialmente al Consiglio dei Ministri degli Esteri, riunito a Londra, nel memorandum del ministro degli Esteri Edvard Kardelj, di nazionalità slovena. Secondo questo…

Share
Continue Reading »

18 settembre 1943: discorso di Monaco

Monaco, 18 settembre 1943 Camicie Nere, Italiani e Italiane! Dopo un lungo silenzio, ecco che nuovamente vi giunge la mia voce e sono sicuro che la riconoscerete: è la voce che vi ha chiamato a raccolta nei momenti difficili e che ha celebrato con voi le giornate trionfali della Patria. Ho tardato qualche giorno prima di indirizzarmi a voi perché,…

Share
Continue Reading »

17 settembre 1943

– Il Duce detta l’o.d.g. numero 7: “ IL P.F.R. libera gli ufficiali delle forze armate dal giuramento prestato al Re, il quale capitolando alle condizioni ben note e abbandonando il suo posto, ha consegnato la nazione al nemico e l’ ha trascinata nella vergogna e nella miseria”. – Il Segretario del P.F.R., giunto a Roma, prende possesso della Sede…

Share
Continue Reading »

16 settembre 1943

  – Si combatté accanitamente a Salerno e ad Eboli. – Cavaliero si suicida. – Infuria la battaglia anche sul fronte orientale. – Il Duce detta l’o.d.g. numero 6: “Completando gli ordini del giorno precedenti ho incaricato il Luogotenente Generale Renato Ricci del comando in capo di M.V.S.N.”

Share
Continue Reading »

15 settembre 1943

Il Duce detta da Monarco le prime istruzioni sintetizzate in cinque ordini del giorno: N.1) “Ai fedeli camerati in tutta Italia. Da oggi, 15 settembre 1943, assumo nuovamente la suprema direzione del Fascismo in Italia.” N.2) “ Nomino Alessandro Pavolini alla carica provvisoria di Segretario del P.N.F. che da oggi si chiamerà Partito Repubblicano Fascista”. N.3) “ Ordino che tutte…

Share
Continue Reading »

14 settembre 1943: il turno di Avellino

Avellino ed il suo circondario furono colpite, il 14 Settembre 1943,  da insistenti e massicci bombardamenti effettuati da mezzi aerei americani. I bombardamenti, ed anche i successivi cannoneggiamenti, continuarono per una ventina di giorni su un ampio territorio circostante la città. Furono ben 8 le ondate di bombardieri statunitensi (la prima composta da 36 Fortezze Volanti B 26) che sconvolsero…

Share
Continue Reading »

I primi morti e feriti italiani della resa…

…Mentre i due battaglioni della «Nembo» seguivano in Calabria e Sardegna le loro rispettive sorti combattendo assieme alle forze germaniche sia nella testa di sbarco di Salerno, sia per traghettare in Corsica, si ebbero i primi caduti italiani, a sanzionare, ove fosse stata ancora necessaria una tangibile conferma, che la scelta fatta portava solo al sacrificio, al riscatto dell’onore col…

Share
Continue Reading »

12 settembre 1943: la liberazione.

Oltre a riproporre quanto da noi già pubblicato – ovvero uno stralcio del libro “Vivere Pericolosamente” – aggiungiamo qualche foto di buona risoluzione… Cliccare QUI per il brano Cliccare sulle immagini per ingrandirle:

Share
Continue Reading »

11 settembre 1943: è la volta di Frosinone…

Nel tardo pomeriggio del giorno 11 settembre, allo scalo ferroviario giungono alcuni treni sovraccarichi di truppe, carri armati, cingolati di ogni tipo, camion e cannoni, tutti con i colori dell’Afrika Korp che vanno rapidamente a nascondersi presso l’aeroporto, le fornaci di Brighi e le campagne circostanti. A decidere le modalità e realizzare l’attacco aereo sono gli inglesi della Royal Air…

Share
Continue Reading »

Ricordiamo l’otto settembre: Frascati…

Anche se l’armistizio era stato firmato, non significava nulla fino al momento in cui fosse stato possibile renderlo pubblico. Durante l’intervallo gli Alleati continuarono a uccidere gli italiani. Tre giorni dopo la firma, fu sferrato contro Frascati uno degli attacchi aerei più massicci che si fossero visti fino a quel momento. Frascati, situata a una quarantina di chilometri a sud-est…

Share
Continue Reading »

7 settembre 1940: Londra!

Ricordiamo che : La battaglia di inghilterra cominciò nel Luglio del 1940; con questo nome adottato a posteriori, si indica una serie di eventi e combattimenti che impegnarono le contrapposte forze aere in un continuo susseguirsi di azioni aeree. La “battaglia” é stata poi schematizzata in quattro fasi: Fase1:            10 Luglio-7 agosto. Attacco ai convogli marittimi e alle stazioni…

Share
Continue Reading »

Discorso del 6 settembre 1934 di Bari

Perchè postare questo discorso? Leggetelo e troverete le risposte a certe domande. AL POPOLO DI BARI Il 6 settembre 1934-XII, inaugurandosi in Bari la V Fiera del Levante, il Duce pronunziava – davanti a una vasta folla acclamante – il seguente discorso: Camicie Nere di Bari! Al termine di questa ardente e solare giornata, quindi fascista, voi non vi attendete…

Share
Continue Reading »

5 settembre 1938. Un estratto.

Proponiamo un estratto del libro di Manfredi Martinelli “La propaganda razziale in Italia 1938-1945” dell’editrice Il Cerchio. Provvedimenti per la difesa della razza nella scuola fascista Una volta affrontata la questione della presenza degli ebrei stranieri introdottisi negli ultimi anni in Italia, occorreva occuparsi di quelli che erano italiani per antica residenza e cittadinanza. La priorità attribuita alla scuola come…

Share
Continue Reading »

4 settembre 1943: Terracina bombardata (ad armistizio firmato ma segreto)

Era il 4 settembre quando formazioni USAF sganciarono tonnellate di bombe su una città che non rappresentava certamente, sebbene con lo sbarco di Salerno ancora non in atto, un serio obiettivo. Ma essendo una città portuale, il comando delle formazioni di bombardieri la incluse, purtroppo, nelle città, anche secondarie, da colpire in vista delle operazioni pre-sbarco. La città fu colpita…

Share
Continue Reading »

Ultimatum (lo scambio del 3 settembre 1939)

DISCORSO DI CHAMBERLAIN ALLA CAMERA DEI COMUNI 3 Settembre 1939 Quando la notte scorsa ho parlato a questa Assemblea, ho avuto l’impressione che in alcuni settori dell’aula vi fosse la sensazione che il Governo di Sua Maestà abbia mostrato esitazione o debolezza nell’affrontare questa situazione. Non mi sento di biasimare nessuno per questo, poiché se fossi stato al posto degli…

Share
Continue Reading »

Il vizietto. Primo atto: 2-3 settembre 1943

Sebbene si parli spesso di “8 settembre” come atto conclusivo, in realtà è il 2 settembre, con la partenza del generale Castellano verso Termini Imerese per recarsi quindi a Cassibile, che si concretizza “la marcia verso il tradimento”. Ricordiamo che già il 16 agosto era stato inviato il generale Castellano a Lisbona per prendere contatti con i rappresentanti delle potenze…

Share
Continue Reading »

E dopo tante lettere fu il 1 settembre 1939

Puntate precedenti: 22 agosto 1939 Chamberlain scrive a Hitler che risponde il giorno 23, il 28 agosto 1939 giunge la risposta britannica, risposta del governo tedesco il 29 agosto 1939 e il 29 agosto risposta del governo britannico DISCORSO DI HITLER AL REICHSTAG 1 Settembre 1939 Per anni abbiamo sofferto la tortura del Diktat di Versailles che è diventato per…

Share
Continue Reading »

31 agosto 1943: 1738 vittime

Avevamo già trattato il bombardamento di Pisa qui, ma ci ritorniamo nell’apposita sezione creata: “Oggi Avvenne”. Una lunga serie di bombardamenti colpì la città di Pisa il 31 agosto del ’43 Nella memoria dei molti che vissero quei tragici momenti, resta viva l’immagine di una città colpita alle spalle, tradita dalle proprie convinzioni, resa più vulnerabile dalle proprie consuetudini. Durante…

Share
Continue Reading »

Alla vigilia della guerra…

Termina con questa lo scambio di lettere tra Germania e Inghilterra per evitare un conflitto. Puntate precedenti: 22 agosto 1939 Chamberlain scrive a Hitler che risponde il giorno 23, il 28 agosto 1939 giunge la risposta britannica, risposta del governo tedesco il 29 agosto 1939 e ora… RISPOSTA DEL GOVERNO BRITANNICO ALLA LETTERA DI HITLER DEL 29 AGOSTO 1939 Consegnata…

Share
Continue Reading »

30 Agosto 1945: Schio e una confessione…

Gaetano Canova fu arrestato il 30 agosto 1945 e lo stesso giorno lasciò la seguente deposizione sull’eccidio di Schio. Ricordiamo che le condanne emesse furono tre di morte e due all’ergastolo: tutti e i cinque gli imputati (tra cui il Canova) fecero in realtà tra i dieci e i dodici anni di carcere. Ultima nota prima di lasciarvi alla lettura:…

Share
Continue Reading »

La danza delle lettere prima di…

Non si ferma lo scambio di lettere! Dopo quella di Neville Chamberlain a Hitler del 22 agosto, la risposta di quest’ultimo (nello stesso link) e la replica britannica del 28 agosto 1939, ecco la risposta tedesca: RISPOSTA DI HITLER ALLA LETTERA DEL GOVERNO BRITANNICO DEL 28 AGOSTO 1939 Consegnata nelle mani di Sir N. Henderson* la sera del 29 Agosto…

Share
Continue Reading »

29 agosto 1943: l’eccidio di Orte

La ricostruzione del bombardamento nei brani del volume “La lunga notte e l’alba 1943-1944”, il Diario di Guerra dello scrittore Mario Pucci, autore dei libri “Guerra a primavera” e “Orte Scalo….ricordo” e del saggio “Orte Scalo sotto bombardamento” del generale Giuseppe Pesce. Mario Pucci, che visse direttamente, con tanti giovani di allora, l’esperienza della guerra e della ricostruzione di Orte…

Share
Continue Reading »

Continua lo scambio di lettere

Continua lo scambio di lettere a quella di Neville Chamberlain a Hitler del 22 agosto e alla risposta di quest’ultimo (nello stesso link) segue il 28 agosto 1939 la risposta britannica:  28 Agosto 1939  Il Governo di Sua Maestà ha ricevuto il messaggio inviatogli dal Cancelliere Tedesco attraverso l’Ambasciatore Britannico a Berlino e lo ha esaminato con la dovuta attenzione….

Share
Continue Reading »

Bombe su Berlino e la strana censura…

Forniamo una rapida traduzione di un breve pezzo di William L. Shirer: “Berlin Diary: Journal of a Foreign Correspondent 1934-1941” in relazione a quanto “Oggi avvenne”, ovvero il primo bombardamento di Berlino. La domanda che ci siamo posti nel mentre era: non c’è un’incongruenza tra la ferocia repressiva della Germania “nazista” e quanto era permesso di scrivere a un corrispondente…

Share
Continue Reading »

Oggi come ieri. Cambiano solo le “scuse”.

Il 9 gennaio del 2010 il presidente iraniano Mahmoud Ahmadinejad creò una commissione di studio per valutare i danni subiti dal Paese durante l’invasione degli Alleati del 1941 e  chiederne i danni. Ahmadinejad aveva gia’ detto nel passato che avrebbe scritto al segretario dell’Onu, Ban Ki-moon per chiedere un risarcimento. La Gran Bretagna e l’Unione sovietica entrarono in territorio iraniano…

Share
Continue Reading »

Muti

  24 agosto 1943. Nella notte tra il 23 ed il 24 agosto, un reparto di carabinieri, al comando del tenente Taddei, si recava a Fregene, per arrestare il Tenente Colonnello pilota Ettore Muti, Medaglia d’Oro al V. M. Il S.I.M. lo aveva accusato di preparare un complotto per liberare Mussolini. Mentre le altre persone arrestate nella villa venivano avviate…

Share
Continue Reading »

23 agosto 1939: accordo segreto…

In occasione della firma del Patto di non aggressione tra il Reich Tedesco e l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, i rappresentanti dei due Governi nel corso di una conversazione assolutamente confidenziale, hanno discusso del problema della delimitazione delle rispettive aree d’influenza nell’Europa orientale. 1. In caso di mutamenti politico-territoriali nei territori appartenenti agli Stati del Baltico — Finlandia, Estonia, Lettonia,…

Share
Continue Reading »

Fumo di Londra.

È il 23 agosto 1940 e finisce la seconda fase della “Battaglia d’Inghilterra” nota come Adlerangriff ovvero gli attacchi contro gli aeroporti lungo la fascia costiera. La terza fase dal 24 agosto al 6 settembre comprenderà attacchi verso gli altri aeroporti finché dal 7 settembre in poi gli attacchi si concentreranno su Londra e ciò a seguito del raid su…

Share
Continue Reading »

Caro amico ti scrivo.

Era il 22 agosto 1939. Chamberlain scriveva a Hitler…e il giorno dopo riceveva dettgliata risposta. Senza commenti, solo i fatti. LETTERA DI NEVILLE CHAMBERLAIN A HITLER 22 Agosto 1939 Vostra Eccellenza sarà già informata di alcuni provvedimenti presi dal Governo di Sua Maestà e annunciati questa sera sia dalla stampa che dalla radio. E’ opinione del Governo di Sua Maestà…

Share
Continue Reading »

Come ti divento partigiano.

Era il 21 agosto 1945 e veniva emanato il D.Lgs.Lgt. n. 518 (ovvero un decreto legislativo luogotenenziale che era un atto avente forza di legge) con la cui applicazione si poteva – avendo le carte in regola, ma anche con quelle false –  ottenere il titolo di partigiano, cosa che avrebbe fatto la fortuna di molti nell’immediato dopoguerra. Ne consigliamo…

Share
Continue Reading »

20 agosto 1937. Forconi?

Pubblichiamo qui di seguto il discorso tenuto da Mussolini a Palermo il 20 agosto 1937. Purtoppo nel leggerlo non possiamo pensare a come andarono gli eventi bellici e al fatto che il problema della Sicilia non è propriamente la mancanza d’acqua… Camerati palermitani! Con questa vostra maestosa adunata di popolo si conclude il mio secondo viaggio in Sicilia. Ora posso…

Share
Continue Reading »

19 agosto 1943. Silenzio.

Ricorre oggi l’anniversario del più cruento bombardamento su Foggia dell’estate ‘43, ma non è in programma alcuna celebrazione. Quel giorno gli aerei alleati trovarono una città che, dopo i morti di luglio [articolo su Thule Italia], si era ripopolata per la “precettazione” degli impiegati pubblici e così le varie ondate di bombe fecero una carneficina. Eppure per questa data non…

Share
Continue Reading »

18 agosto 1944. Rappresaglie.

Era il 18 agosto 1944. E l’accadimento che oggi raccontiamo è come se non fosse mai esistito. Il FFI (acronimo di Forces Françaises de l’Intérieur) minacciò il governo tedesco di procedere all’esecuzione di prigionieri di guerra tedeschi catturati in Francia se la Germania non avesse concesso agli appartenenti all’FFI stesso (ricordiamo che erano assimilabili a formazioni partigiane) lo status di…

Share
Continue Reading »

16 agosto 1933. Vivisezione

Al di là delle mode e delle pulsioni pubblicitarie (nonché delle fissazioni monomaniacali) odierne ci fu chi tra i primi atti fece quanto segue. Proibizione della vivisezione in Prussia – legge del 16 agosto 1933 (Da: Die Weisse Fahne 14, 1933, pagine 710-711) Proibita in Prussia la vivisezione! La Nuova Germania guida tutte le nazioni nell’area della protezione degli animali!…

Share
Continue Reading »

15 agosto 1945. La resa

Proclama dell’Imperatore Hirohito (Gyokuon-Housou) trasmesso alla radio nazionale giapponese il 15 agosto 1945 (tradotto dal Giapponese) Ai nostri buoni e leali sudditi. Dopo aver ponderato profondamente le tendenze generali del mondo e le circostanze che si verificano oggi nel nostro impero, abbiamo deciso effettuare un accomodamento della attuale situazione ricorrendo ad una misura straordinaria. Abbiamo ordinato al nostro governo di…

Share
Continue Reading »

14 agosto 1945. Bacio

È il 14 agosto 1945 e la radio annuncia la resa del Giappone ovvero la fine effettiva della Seconda Guerra Mondiale. Alfred Eisenstaedt quel giorno scatta la famosa foto pubblicata da Life del bacio dell’infermiera Edith Shain Ma noi pubblichiamo un altro bacio. Ricordiamo che da settembre queste notizie appariranno principalmente in basso nella “home page” nell’apposita sezione.

Share
Continue Reading »

14 agosto 1942. Coerenza

Era il 25 dicembre 2011 quando Napolitano così si esprimeva sulla morte di Giorgio Bocca: “figura di spicco del movimento partigiano rimasto sempre coerente con quella sua fondamentale scelta di campo per la libertà e la democrazia”. Era il 14 agosto 1942 quando sempre Bocca scriveva su Sentinella d’Italia, Foglio d’ordini settimanale della Federazione dei Fasci di Combattimento di Cuneo….

Share
Continue Reading »

13 agosto 1943

Dopo l’interesse mostrato su “facebook” per questa rubrica inaugurata qualche giorno fa, la ospitiamo anche nel sito. Quindi, ricordatevi di guardare nella “home page” in basso!!! Oggi avvenne. Era la mattina del 13 agosto (Roma) e nell’area compresa tra Via Monza, via Voghero, Via Orvieto si scatenò l’inferno con ordigni e proiettili a colpire civili inermi, nelle case e nele…

Share
Continue Reading »

12 agosto 1944

Oggi accadde: 12 agosto 1944 La mattina del 12 agosto, tra le 11,30 e le 12,00, i bombardieri piombarono sul centro abitato del paese irrorandolo con una pioggia di ordigni micidiali. Nei crolli delle case sventrate dalle bombe trovarono la morte decine di persone. Perchè distruggere un paese come Toirano, privo di un qualsiasi obiettivo di interesse militare?

Share
Continue Reading »

11 agosto 1944

Oggi avvenne. 11 agosto 1944 (da vedere il video a commento di questo stralcio) «Dalle prime ore di stamani 11 Agosto, Firenze è in mano ai Patrioti del Comitato Toscano di Liberazione Nazionale. Non erano ancora scoppiate le mine tedesche ani ponti del Mugnone, che dalle case, fino allora silenziose e apparentemente deserte, si son visti uscire i Patrioti armati…

Share
Continue Reading »

10 agosto 1945

Oggi avvenne. Il 10 agosto 1945, il governo giapponese si rivolgeva, tramite la Svizzera e la Svezia, alle Nazioni Unite, dichiarando di essere disposto ad uniformarsi alla dichiarazione di Potsdam, a patto che non venissero messe in questione le prerogative sovrane dell’Imperatore come Capo dello Stato nipponico.

Share
Continue Reading »

8 agosto 1945

Oggi avvenne. La guerra al Giappone fu dichiarata da Iosif Stalin l’8 agosto 1945 (quale tempismo!!!), a mezzanotte e, dieci minuti dopo, le truppe dell’Armata Rossa dettero inizio ad una “guerra-lampo” che portò in pochi giorni alla conquista della Manciuria. Tutto ciò avvenne nonostante mancassero ancora circa otto mesi alla scadenza del Patto nippo-sovietico di non aggressione. «Dopo la sconfitta…

Share
Continue Reading »

7 agosto 1944

Oggi Avvenne. Era il 7 agosto 1944, in piena occupazione tedesca: la scomparsa di un militare, avvenuta qualche giorno prima nella frazione di Schio, indusse il presidio germanico ad ordinare la rappresaglia. Un altro atto di “eroismo” dei partigiani

Share
Continue Reading »

6 agosto 1945

6 agosto 1945 La prima codificazione dei crimini contro l’umanità nel diritto internazionale positivo è contenuta nello Statuto del Tribunale militare internazionale di Norimberga, il cui articolo 6 li definisce come “l’omicidio volontario, lo sterminio, la riduzione in schiavitù, la deportazione e ogni altro atto disumano commesso ai danni di una qualsiasi popolazione civile, prima o durante la guerra, oppure…

Share
Continue Reading »