Nuova uscita editoriale: Socialismo Nazionale contro Marxismo

Vi presentiamo oggi la nuova uscita editoriale della Thule Italia editrice, ovvero il libro di René Binet: Socialismo Nazionale contro Marxismo. Prefazione di Maurizio Rossi.

Per acquisti:

- sito della Thule Italia editrice

- eBay

- Amazon

- a breve nelle librerie «convenzionate»

Binet_800Dalla quarta:

Sconosciuto ai più, René Binet è stato uno dei protagonisti del secolo delle grandi contrapposizioni ideologiche e delle ancor di più affascinanti sintesi.

Lui stesso fu uno dei migliori frutti di quelle atmosfere e di quelle fascinazioni: nessuna esclusa.

Inizialmente, fu un militante marxista colto e preparato, nemico del Capitalismo e delle oligarchie mercantilistiche. Credette che il Marxismo preparasse davvero il terreno della rivoluzione sociale e quindi impegnò tutte le sue energie nella Gioventù comunista, salvo poi entrare in conflitto ideologico con la dirigenza staliniana del PCF e abbracciare perfino l’eresia trotskista.

Ma era troppo acuto e intelligente per non accorgersi delle tante e insolute contraddizioni che attraversavano il pensiero marxista, e che la stessa Unione Sovietica di Stalin non era proprio quel “paradiso socialista” tanto sbandierato, bensì una forma evoluta di Capitalismo di Stato.

Conobbe allora la Germania di Hitler, e con essa il suo Socialismo nazionale e popolare legato all’etnia, nemico del Marxismo e del Capitalismo. Comprese allora l’importanza di liberare l’Idea socialista dalle catene dell’ipoteca marxista e ricondurla alla sua dimensione bio-politica.

Da militante assoluto e idealista quale era, decise di arruolarsi nei ranghi francesi della Waffen SS per combattere contro gli imperialismi degli USA e dell’URSS in nome di una nuova Europa.

Nel dopoguerra, continuerà la sua battaglia politica, fondando giornali e tentando di dare vita a movimenti politici, sempre all’insegna delle idee socialiste e nazionali, conoscerà la clandestinità, la repressione politica e il carcere.

Sarà anche tra i primi a sostenere la causa palestinese.

Share

Comments are closed.