20 novembre 1942…bombe su Torino

La vera incursione iniziò nella notte del 18 Novembre 1942, che dopo alcuni attacchi subiti rispettivamente il 22 e 23 Ottobre, 77 aerei piombarono su Torino alle 21:30 e per due ore scagliarono sulla città ben 91 bombe dirompenti e diverse migliaia di spezzoni incendiari che (ovviamente) provocarono molti incendi, anche nel cuore della città. L’incursione non risparmiò nemmeno la…

Share
Continue Reading »

22 ottobre 1942: bombardamento su Genova

Gli alleati compiono un devastante bombardamento sulla città di Genova che si protrae per tutta la notte uccidendo parecchie centinaia di civili, spazzando via gli antichi sestrieri e annientando patrimonio artistico della città. Viene rasa al suolo la Galleria delle Grazie e i 354 rifugiati al suo interno. Quel giorno lontano, solo nella memoria, gli alleati compiono un devastante bombardamento…

Share
Continue Reading »

11 settembre 1943: è la volta di Frosinone…

Nel tardo pomeriggio del giorno 11 settembre, allo scalo ferroviario giungono alcuni treni sovraccarichi di truppe, carri armati, cingolati di ogni tipo, camion e cannoni, tutti con i colori dell’Afrika Korp che vanno rapidamente a nascondersi presso l’aeroporto, le fornaci di Brighi e le campagne circostanti. A decidere le modalità e realizzare l’attacco aereo sono gli inglesi della Royal Air…

Share
Continue Reading »

7 settembre 1940: Londra!

Ricordiamo che : La battaglia di inghilterra cominciò nel Luglio del 1940; con questo nome adottato a posteriori, si indica una serie di eventi e combattimenti che impegnarono le contrapposte forze aere in un continuo susseguirsi di azioni aeree. La “battaglia” é stata poi schematizzata in quattro fasi: Fase1:            10 Luglio-7 agosto. Attacco ai convogli marittimi e alle stazioni…

Share
Continue Reading »

Fumo di Londra.

È il 23 agosto 1940 e finisce la seconda fase della “Battaglia d’Inghilterra” nota come Adlerangriff ovvero gli attacchi contro gli aeroporti lungo la fascia costiera. La terza fase dal 24 agosto al 6 settembre comprenderà attacchi verso gli altri aeroporti finché dal 7 settembre in poi gli attacchi si concentreranno su Londra e ciò a seguito del raid su…

Share
Continue Reading »

La condotta di guerra dell’Inghilterra

Inizieremo a proporre su questo portale testi e immagini presi dall’edizione tedesca e italiana di Signal. Buona lettura. ML (cliccare sulle immagini per ingrandirle e leggerne le didascalie quando presenti) La condotta di guerra dell’Inghilterra Osservazioni fondamentali sull’azione germanica di rivalsa contro l’isola Una delle scene più degne di nota della storia moderna britannica è indubbiamente quella svoltasi il 18…

Share
Continue Reading »

Dresda. Ultimo capitolo (3)

Tratto da “Tedeschi in fuga” di Guido Knopp pagg. 154-158 A quel punto, tuttavia, i tre grandi non avevano ancora pie­gato la dittatura hitleriana. Ci sarebbero voluti, per conseguire quest’obiettivo, altri tre mesi di guerra totale, con centinaia di migliaia di vittime da entrambe le parti e immense devastazioni. Grandi città come Breslavia e Dresda erano state fino ad allora…

Share
Continue Reading »

“Lo sterminio di massa è un lavoro millimetrico”. Dresda (2)

Tratto da “La Germania bombardata” di Jörg Friedrich. Pag. 315-320 All’inizio di febbraio del 1945, a Dresda c’erano ottocentomila persone, forse un milione, fra residenti (circa 640.000) e sfollati. Il bombardamento del 13-14 febbraio 1945 ne uccise quarantamila, il più alto numero di vittime sofferto da una città tedesca durante la guerra aerea accanto a quello registrato ad Amburgo nel…

Share
Continue Reading »

Estratti da un bombardamento. 13-15 febbraio 1945 (1)

“Qualcuno” ci ha insegnato che per ricordare non è sufficiente soffermarsi sulla data esatta della ricorrenza. Noi – più modigerati – anticipiamo solo di qualche giorno un appuntamento di storia scomoda. Lo facciamo con il primo estratto dal libro di Max Hastings – Apocalisse tedesca. La battaglia finale 1944-1945, edito da Mondadori (che potete richiedere a Thule Distribuzioni). Pag. 445…

Share
Continue Reading »