Innovazioni Italiane e fucili semiautomatici Gewehr

Innovazioni Italiane e fucili semiautomatici Gewehr Se viene eseguita una corretta analisi sugli armamenti posseduti dalle maggiori nazioni al 1941, si nota che non fu solo l’Italia ad entrare nel conflitto senza avere costruito e distribuito alla fanteria un’arma semiautomatica (o a caricamento automatico), eccezion fatta per gli U.S.A. che già in quell’anno avevano fornito tutti i loro reparti dell’efficientissimo…

Share
Continue Reading »

Tokarev (fucili SVT-38 e SVT-40)

Tokarev (fucili SVT-38 e SVT-40) Nel corso del Novecento, dopo il primo conflitto mondiale, la maggior parte degli stati, europei come americani, iniziò una politica rivoluzionaria di cambiamento della natura delle armi d’ordinanza dell’esercito: si è visto il tramonto dell’uso dei fucili a tiro singolo (almeno su larga scala) e l’avanzare delle mitragliatrici leggere. Prima del secondo conflitto mondiale gli…

Share
Continue Reading »

Fucili Arisaka

Fucili Arisaka Tra le nazioni che scesero in campo durante il secondo conflitto mondiale l’Italia ed il Giappone (i due estremi geografici dell’Asse) si distinsero per una sbagliatissima filosofia di guerra: le due nazioni furono le uniche infatti a non utilizzare diffusamente armi automatiche o semiautomatiche, preferendo a queste i fucili a ripetizione ordinari. L’esercito italiano infatti pur conoscendo la…

Share
Continue Reading »