L’aquila

Tratto da F. Hölderlin, Germanien [1801] E l’aquila che viene dall’Indo e vola sulle vette innevate del Parnasso alta sui colli sacrificali d’Italia, cercando al Padre una felice preda, l’antica, più di un tempo esperta al volo si lancia finalmente giubilando oltre le Alpi e vede paesi dalle molte forme. […] e la giovane aquila a voce alta chiamò Germania:…

Share
Continue Reading »

La Quercia

Per accompagnare questa poesia di Friedrich Hölderlin abbiamo scelto non a caso una Driade… Gli alberi di quercia Dai giardini vengo a voi, figli della montagna! dai giardini, la natura là vive paziente e coltivata, curando e curata, insieme al uomo sollecito. Ma voi, voi magnifici! siete come un popolo di titani nel mondo più domato e appartenete soltanto a…

Share
Continue Reading »

Uomo e Natura in Hölderlin

Breve cenno. Iperione o l’eremita in Grecia (Hyperion oder der Eremit in Griechenland) è un romanzo di Johann Christian Friedrich Hölderlin (1770-1843). Cominciato a scrivere nel 1792, ne viene spedito un frammento per la prima volta con il titolo Fragment zum Hyperion alla rivista “Thalia”, dallo stesso Hölderlin, nel 1794. Il primo volume verrà poi pubblicato dall’editore Cotta nel 1797…

Share
Continue Reading »

Johann Christian Friedrich Hölderlin

A cura di Barbara Spadini Sicuri, come il fiore vive di luce, così vivono della bella immagine, paghi, sognando e felici, e di null’altro ricchi, i poeti. Essere uno con il tutto, questo è il vivere degli dei; questo è il cielo per l’uomo […] Essere uno con tutto ciò che vive! Con queste parole la virtù depone la sua…

Share
Continue Reading »